Attività

Restauro, Cura e Conservazione
La Fondazione, dopo aver realizzato i restauri, provvede alla salvaguardia dei Compendi garantendo, con i propri giardinieri, una cura esperta, attenta e continuativa, perfetta espressione dei tanti aspetti correlati e della padronanza dei metodi di conservazione e della loro applicazione.

Ricerca e Formazione
La Fondazione, al fine di sviluppare e promuovere la ricerca sui temi del paesaggio, dei parchi, dei giardini, dell’innovazione e della gestione sostenibile e responsabile del suolo, dell’acqua e dell’energia, ha stipulato, con l’Università IUAV di Venezia e il Dipartimento TESAF dell’Università di Padova, appositi protocolli di intesa. È previsto un sistema coeso di seminari, giornate di studio, convegni e corsi di formazione.

Arte e Cultura
Attenta alla cultura e all’arte, la Fondazione unisce natura e linguaggi artistici in tutti i loro elementi di vita. I giardini restaurati costituiscono un luogo d’incontro e di pensiero, dove ricercatori e artisti possono seminare segni, suoni, parole e visioni: un entrare silenzioso in cui trovano spazio l’armonia e la contemplazione.

Progetti editoriali
La Fondazione realizza una propria linea editoriale individuando, attraverso un sistema di cooperazione internazionale, opere letterarie e scientifiche per le quali, in virtù del valore intrinseco, risulta importante una loro pubblicazione, traduzione, riedizione o restauro.

Studio delle api e produzione del miele
È in corso un progetto di ricerca fondato sul rispetto delle caratteristiche biologiche dell’ape mellifera e sulla individuazione di condizioni naturali più favorevoli: studi comparativi, tra arnie razionali e a favo naturale, attinenti agli aspetti qualitativi e quantitativi del prodotto e al benessere della famiglia.

Apertura ai visitatori
La Fondazione, terminati i restauri, apre ai visitatori i Compendi al fine di trasmetterne i valori connaturati di serenità e pace.